Supporto

Se avete domande su verteco.shop o desiderate discutere la possibilità di collaborare con noi, vi invitiamo gentilmente a contattarci. Potete pianificare una chiamata oppure una video call con noi seguendo il link sottostante.

Se avete qualche domanda specifica, vi consigliamo anche di consultare delle domande frequenti.

Oppure contattateci direttamente qui:

FAQ

CSS è l’acronimo di Comparison Shopping Service.
Si tratta di un portale di comparazione online.
Con l’aiuto di CSS in Google Shopping, i prodotti vengono elencati direttamente nella ricerca di Google.
Su verteco.shop, invece, sono integrati contemporaneamente nel portale di shopping verteco.shop.

Nel 2017, Google è stata citata in giudizio dalla Corte di Giustizia dell’UE per una multa di 2,4 miliardi di euro per abuso di antitrust. Il motivo era che i portali di comparazione di Google erano esclusi da Google Shopping. Di conseguenza, Google ha sciolto la sua piattaforma di comparazione sul mercato europeo (nota come “Google Shopping”) e da allora è diventata Google Shopping Europe (GSE). Con il Comparison Shopping Services Partner Programme, Google ha continuato a creare la possibilità per altri portali di comparazione prezzi come verteco.shop. Shopping per promuovere i prodotti dei rivenditori tramite Google Shopping.

Sì, solo i CSS possono servire annunci Shopping.
Potete utilizzare Google Shopping o un altro CSS di vostra scelta.
È possibile partecipare anche attraverso più CSS contemporaneamente.

Accedere al proprio account Merchant Center. Fare clic sull’icona del menu Strumenti e impostazioni, quindi selezionare Imposta annunci shopping sotto Strumenti. Troverete una dashboard che vi mostrerà tutti i CSS che hanno caricato prodotti dal vostro sito web. È inoltre possibile trovare le informazioni di contatto per ciascuno di essi. Se non si dispone già di un account Merchant Center per quel dominio, è possibile crearne uno gratuitamente. Non è necessario caricare alcun annuncio per visualizzare il cruscotto.

Un partner di Comparison Shopping Service (CSS) è un sito di confronto: un sito web che raccoglie i prezzi di diversi negozi web con l’obiettivo di indirizzare i suoi visitatori verso questi negozi web. Google Shopping (che si trova sotto la scheda “Shopping” nella pagina dei risultati di ricerca) è in realtà il CSS di Google. Per rispettare le direttive dell’UE, Google ha separato il suo sito di comparazione e ha creato una propria società. Ciò significa che Google Shopping, in quanto sito di comparazione separato, è anche un CSS che inserisce annunci Shopping nella pagina dei risultati di ricerca di Google. Attualmente anche altri siti di comparazione possono acquistare annunci Shopping su Google per conto di negozi web. Un annuncio Shopping di questo tipo si presenta esattamente come un annuncio Shopping di Google, ma al posto di un link con la scritta “da Google”, c’è un link “da [CSS name]” in fondo all’annuncio. Questa è l’unica differenza. Quando il visitatore clicca sull’annuncio, viene semplicemente reindirizzato direttamente al negozio web pubblicizzato dal CSS. Solo quando clicca sul link “Da [CSS name]” il ricercatore verrà indirizzato a una pagina di confronto CSS e non alla scheda di Google Shopping (la pagina di confronto di Google).
Per poter competere equamente con i CSS di Google Shopping, Google concede a questi partner CSS un margine di vantaggio fino al 20%.

Attualmente funziona nei seguenti 21 Paesi: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito.

I partner CSS possono pubblicare annunci Shopping per i loro clienti su Google. A questo scopo è possibile utilizzare partner CSS diversi da Google CSS, risparmiando così il 20% di margine di Google. Un Merchant Center esistente viene convertito in un CSS Partner, oppure può essere creato un Merchant Center completamente nuovo per il cliente. Un commerciante può anche utilizzare più CSS contemporaneamente.

Un CSS svolge sempre la stessa funzione: trasporta l’annuncio commerciale dal Merchant Center a Google. Un negozio può quindi cercare qualsiasi partner CSS per inserire i propri annunci. I partner CSS si differenziano, tra l’altro, per il livello di servizio, i costi e i servizi aggiuntivi. Ogni partner CSS determina i propri margini (per clic/budget/somma fissa) e, se del caso, i servizi aggiuntivi (assistenza, software di alimentazione, ecc.).

Alcuni partner CSS fanno pubblicità con accesso a strumenti di offerta. Il nostro consiglio è: utilizzate le automazioni di Google, Google ha la maggior parte delle informazioni. Abbiamo anche testato alcuni dei migliori strumenti di offerta per la nostra agenzia e i risultati delle automazioni di Google sono stati i migliori.

Prima di impegnarsi con un CSS partner vistosamente economico o addirittura gratuito vi consigliamo di fare un controllo profondo. Tuttavia, i partner CSS possono anche perdere la loro licenza CSS, purché devono essere rispettate condizioni rigorose come per esempio un numero minimo di negozi integrati.

Una collaborazione con più partner CSS contemporaneamente è tecnicamente possibile e può essere attuata anche con noi, se lo si desidera.
Tuttavia, in questo modo non si ottiene una maggiore portata, perché Google impedisce l’inserimento multiplo degli annunci di un fornitore.

In termini di prestazioni, quindi, non lo consigliamo. Non ci sono vantaggi, anzi, ci sono addirittura degli svantaggi, come la cannibalizzazione dei propri annunci e una visione più limitata dei risultati.

Sì.
Le inserzioni gratuite sono possibili anche con CSS Partner.
Se avete bisogno di aiuto per l’attivazione, i nostri consulenti saranno lieti di supportarvi.
Purtroppo, attualmente c’è un errore tecnico di Google che può bloccare inaspettatamente la riproduzione degli annunci gratuiti.
Se questo è il vostro caso, consultate le pagine seguenti.

Sì, allo stesso modo.
L’algoritmo può iniziare una fase di apprendimento all’inizio, ma dopo poco tempo (di solito 1-3 giorni al massimo) le prestazioni migliori sono già evidenti.

Assicuratevi che gli obiettivi siano impostati correttamente, ad esempio se si persegue l’obiettivo “massimizzare i clic”, i clic e quindi i costi aumenteranno a causa della maggiore portata, ma forse non altrettanto le conversioni.
A causa dei migliori posizionamenti e della maggiore portata, potrebbero esserci più sprechi.

Il CSS di Google è un’affiliata di Google e si chiama “Google Shopping Europe” o, in breve, GSE.
Quando viene costruito un merchant center, per il momento è collegato automaticamente al CSS di Google; una modifica del CSS deve essere commissionata in modo proattivo.

Se siete ancora nel CSS di Google, il vostro potenziale di risparmio sui costi o di migliori risultati è ancora inutilizzato.
Il CSS di Google detrae fino al 20% del budget di Shopping Ads come margine CSS ed è quindi significativamente più costoso di altri partner CSS.

Un esempio:

Su Google CSS:

Se si fa un’offerta di 1 euro su un annuncio Shopping, fino a 20 centesimi di tale importo saranno versati a Google CSS. L’annuncio viene inserito solo tra gli annunci dei concorrenti con un’offerta di 80 centesimi. Con un budget di spesa di 1.000 euro al mese, si tratta di 200 euro, e con un budget di 50.000 euro, si tratta di 10.000 euro di CSS marketing persi.

Troverete le informazioni che cercate sul programma CSS di Google sul portale dei partner CSS di Google.
Potrete anche confrontare i diversi partner CSS.

Per ulteriori informazioni sul funzionamento, consultare la pagina di supporto di Google.

Risparmio sui costi

Il CSS di Google (uno dei tanti) costa circa il 20% del budget di Shopping Ads.
A partire dal passaggio, questo non viene più detratto dal budget di Shopping Ads, ma l’intero budget va all’asta.

Miglioramento del ranking

Il negozio online partecipa effettivamente all’asta con il 100% della sua offerta, migliorando così il posizionamento degli annunci in Google Shopping.

Nessun rischio

La modifica è un semplice passaggio tecnico che non comporta alcuna perdita di informazioni o dati. Cambiano solo il nome del partner CSS (negli annunci shopping e nel Merchant Center) e le condizioni del partner. La gestione rimane esattamente come prima, i bilanci.

Cambiano solo il nome del partner CSS (negli Shopping Ads e nel Merchant Center) e le condizioni del partner.
La gestione rimane esattamente come prima, budget, feed e

Le impostazioni del Merchant Center sono ancora controllate solo da voi.

Fondamentalmente non cambia nulla dal punto di vista tecnico, tranne che il partner CSS viene cambiato da Google Shopping a verteco.shop.
Questo passaggio viene eseguito in background e da Google.

Questa è una delle domande più frequenti da parte dei clienti che hanno appena effettuato il passaggio.
Lo sconto del 20% sul CPC non è un importo che verrà rimborsato o visualizzato nel vostro account Google Ads.
Si tratta di un vantaggio di offerta rispetto a Google CSS.
L’effetto è lo stesso che si avrebbe se si rimanesse su Google CSS e si aumentassero le offerte del 25%.
Si ottengono posizioni migliori per i propri annunci di prodotto e si viene inclusi in un maggior numero di aste con offerte più alte.
Di conseguenza, il numero di annunci nella vostra campagna aumenterà.

La transizione avviene senza soluzione di continuità, quindi non c’è alcun vuoto di riproduzione.
Nel caso di un passaggio da Google CSS, si verifica quanto segue: Non si verifica alcun calo delle prestazioni; al contrario, in caso di passaggio, è possibile aumentare il playout e la reach a parità di budget per situazione di mercato.
Le campagne con strategie di offerta automatizzate (come lo smart shopping o il target ROAS) possono entrare in una nuova fase di apprendimento, che di solito può durare 3-7 giorni, per adattarsi alle nuove circostanze.

Sì. Si mantiene il Merchant Center esistente, quindi i valori dell’esperienza rimangono completi e disponibili.

Il passaggio al CSS di verteco.shop è semplicissimo e può essere effettuato completamente online.
Andate a questa pagina e registratevi.
Il passaggio è un’operazione tecnica eseguita da Google.
Il nostro team CSS si occuperà dei processi di passaggio.
Abbiamo bisogno del vostro Merchant Center ID per inoltrare la richiesta di passaggio a Google. Il passaggio del Merchant Center al CSS di verteco.shop non richiederà più di 4 giorni dalla data di invio della richiesta.

Sì, in base al contratto si può anche specificare che verteco.shop non si impegna ad alcuna azione operativa, quindi le azioni si limitano alla consulenza.

Sì, più feed possono essere riprodotti da un MC.

Purtroppo non funziona.
Dall’ultimo aggiornamento del CSS di Google, l’autorizzazione deve provenire dall’e-mail di amministrazione.
È possibile richiedere a Google di rendere un’altra email l’amministratore se, per qualche motivo, non si ha più accesso all’email originale dell’amministratore.
Per farlo, è necessario contattare l’assistenza.

Le campagne esistenti continueranno a essere utilizzate.
Le campagne e l’account Google Ads continueranno a funzionare senza alcuna modifica.

Attraverso il nostro programma CSS, avrete accesso ai nostri esperti di Google Ads che vi aiuteranno a superare le vostre sfide individuali e vi sosterranno nel raggiungimento dei vostri obiettivi.

L’accesso a verteco.shop CSS-Only costa 19 euro al mese.
Non ci sono altri costi associati all’utilizzo del nostro servizio CSS.
Ci assicureremo che il vostro merchant center venga convertito in verteco.shop CSS.

Avete altre domande?

Contattateci o consultate il supporto ufficiale di Google.